Il modello F24 deve essere utilizzato da tutti i contribuenti titolari e non titolari di partita Iva, per il versamento di tributi, contributi e premi.

Il modello è “unificato” perché permette al contribuente di effettuare con un’unica operazione il pagamento delle somme dovute, compensando il versamento con eventuali crediti.

Articoli

Decreto Cura Italia – Sospensione dei versamenti fiscali e contributivi

Con il DL 17.3.2020 n. 18, chiamato “Cura Italia”, entrato in vigore il giorno stesso, sono stati sospesi i pagamenti fiscali e contributivi.

Troviamo trattamenti diversi a seconda del tipo di attività svolta, dall’ubicazione delle aziende (prime “zone rosse” ecc.) e dal volume di ricavi realizzato nel 2019.

Proviamo a dare uno schema di riferimento

Per tutte le aziende e i professionisti, i pagamenti in scadenza il 16/03/2020 sono spostati al 20/03/2020: vale per le ritenute fiscali, per i contributi previdenziali, per l’IVA ecc.

Chi svolge un’attività, considerata maggiormente colpita dall’emergenza, può avvalersi della proroga di tutti i pagamenti previsti dal calendario fiscale tra il 2 marzo 2020 e il 30 aprile 2020.

Tutto ciò che cade all’interno di quel periodo può essere spostato al 31 maggio 2020 (1° giugno 2020 in quanto il 31/05 cade di domenica) senza applicazione di sanzioni ed interessi. In alternativa al pagamento in unica soluzione si può versare in 5 rate mensili con la prima entro il mese di maggio.

Bisogna prestare attenzione che le ritenute previdenziali (INPS), poste a carico del dipendente e trattenute dal datore di lavoro nel periodo di sospensione, dovrebbero essere pagate regolarmente alle usuali scadenze.

Rientrano in questa classe di agevolazione gli operatori del mondo sportivo, le strutture ricettive, bar e ristoranti, musei, biblioteche, aziende termali ecc. Il Decreto fornisce un elenco dettagliato dei soggetti che ne possono beneficiare.

Un’ulteriore precisazione va fatta per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva, le associazioni e le società sportive, sia professionistiche che dilettantistiche, per le quali la sospensione dei pagamenti si estende al 31 maggio 2020 e inizio del pagamento al 30 giugno 2020 in unica soluzione o in numero 5 rate mensili, con la prima a decorrere sempre dal mese di giugno, senza sanzioni ed interessi.

Anche in questo caso andrà posta particolare attenzione per le ritenute previdenziali operate dal datore di lavoro e poste a carico del lavoratore. Salvo diverse indicazioni che riceveremo nei prossimi giorni, andranno pagate secondo le ordinarie scadenze.

Per i soggetti che svolgono attività d’impresa, arte o professione con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019, per i soggetti “solari”, sono sospesi i versamenti che scadono nel periodo compreso tra l’8.3.2020 e il 31.3.2020, relativi alle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, nonché alle relative addizionali, all’IVA, ai contributi previdenziali e assistenziali e ai premi INAIL per l’assicurazione obbligatoria.

Pertanto, chi non svolge una delle attività sopra indicate, e nel precedente periodo d’imposta ha conseguito ricavi o compensi in misura superiore a 2 milioni di euro, non beneficia di alcuna ulteriore sospensione dei versamenti rispetto alla proroga generalizzata al 20.3.2020, vista all’inizio di questo articolo.

Vanno poi tenute in considerazione le particolari disposizioni previste per soggetti residenti o con sede operativa nelle province di Bergamo, Cremona, Lodi e Piacenza piuttosto che per quelle aziende residenti o con sede operativi nelle c.d. prime “zone rosse”.

 

Chi Cosa sospende Quando paga Come
Tutti I pagamenti in scadenza il 16/03/2020 20/03/2020 Unica soluzione
Soggetti con ricavi nel 2019 inferiori a 2 milioni di Euro I pagamenti previsti tra 8/03/2020 e 31/03/2020 31/05/2020 Unica soluzione o 5 rate mensili
Soggetti particolarmenet colpiti dall’emergenza (vedi dettaglio del Decreto) I pagamenti previsti tra 8/03/2020 e 30/04/2020 31/05/2020 Unica soluzione o 5 rate mensili
Realtà del mondo sportivo I pagamenti previsti tra 8/03/2020 e 31/05/2020 30/06/2020 Unica soluzione o 5 rate mensili

 

Desideri ricevere maggiori informazioni, in merito alle misure previste per il coronavirus?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Marca da bollo per le fatture elettroniche? Facciamo chiarezza…

Come ormai tutti sanno, a decorrere dal 1° gennaio 2019, molti soggetti sono tenuti ad emettere le fatture, esclusivamente in formato elettronico…

Non a tutti è però ancora chiaro, come assolvere all’imposta di bollo, per questa tipologia di fatture.

Mi sto riferendo a tutti quei documenti, con importo superiore a 77,47€, che non sono imponibili IVA. Continua a leggere

Le scadenze di Natale

In prossimità del periodo Natalizio, state pensando a tutti i regali da dover mettere sotto l’albero.

Vediamo prima, quali sono le principali scadenze, che il fisco ha fissato, per le prossime settimane….

Continua a leggere

Comunicazioni IVA 2018

Riepilogo delle scadenze 2018, relative alle comunicazioni ai fini IVA. Continua a leggere

ACCONTO IVA 2017

Entro il prossimo 27 dicembre 2017 tutti i contribuenti sono tenuti al versamento dell’acconto IVA.

Esistono tre metodi alternativi per calcolare l’acconto: Continua a leggere

POLO UNICO per le VISITE FISCALI

POLO UNICO per le VISITE FISCALI dal 1° settembre 2017

Dal 1° settembre 2017  è diventato operativo il Polo unico per le Visite Mediche di Controllo (VMC)  che attribuisce all’INPS la competenza esclusiva ad effettuare visite fiscali sia su richiesta dei datori di lavoro (pubblici e privati), sia d’ufficio.

Continua a leggere

Pagare i modelli F24 tramite online banking

Banche che permettono il pagamento dei modelli F24 online

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato nel suo sito l’elenco di tutte quelle banche che permettono tramite l’Online Banking il pagamento dei modelli F24. Continua a leggere

Novità nei pagamenti con F24

Dal 24 aprile 2017 la normativa prevede due nuove importantissime regole, per il pagamento dei modelli F24:

  • Riduzione da 15.000 a 5.000 euro del limite oltre il quale, per poter utilizzare in compensazione dei crediti fiscali con debiti di altra natura è necessaria l’apposizione del visto di conformità. C.d. compensazione orizzontale;
  • Obbligo, per i titolari di partita IVA, dell’utilizzo dei servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, per il pagamento dei modelli F24 contenenti compensazioni di qualsiasi natura e/o importo.

Continua a leggere

Il 16 novembre è giorno di scadenze!

Oggi vi voglio ricordare le scadenze principali del 16 novembre!

Per i contribuenti IVA mensili

Versamento dell’IVA a debito mensile del mese di ottobre, con l’utilizzo del modello F24:
codice tributo 6010. Continua a leggere